copertina

Sherwood Festival

Viale Nereo Rocco, 6, 35136 Padova PD, Italia

Descrizione

Per spiegare questa nuova e radicale evoluzione dovremmo partire da lontano, forse dal 1976.
La lunga storia del laboratorio Sherwood è stato uno spazio sempre in movimento, anche e soprattutto al suo interno.
 
In questi 35 anni non abbiamo mai smesso di sperimentare, di metterci continuamente in discussione, di cambiare, convinti che la comunicazione non fosse un terreno secondario ma centrale della nostra attività politica e sociale.
La nascita di questo sito è un altro passaggio di questa lunga storia. Un passaggio che fa i conti con quello che in questi ultimi anni siamo diventati.
Innanzitutto un piattaforma comunicativa multimediale che è GlobalProject.infoe un progetto completamente dedicato al tema dell'immigrazione e della cittadinanza che è Meltingpot.org.
 
Radio Sherwood invece si è affermata sempre di più sul terreno della proposta musicale e culturale, un'alternativa, come l'abbiamo sempre definita, nel panorama radiofonico delle emittenti commerciali.
Ma siamo anche Sherwood Festival, un festival indipendente, un'anomalia tra gli eventi di questo tipo almeno a livello nazionale, che di anno in anno cresce sempre di più.
Dopo più di un decennio dal suo esordio, è uno di quegli eventi che ha accumulato una tale forza, da essere entrato nello stile di vita di decine di migliaia di persone che ogni anno danno inizio alla loro estate attraversandolo e godendoselo. 
Il Festival è molte cose insieme: l'espressione di una comunità sociale e politica che non ha mai smesso di sognare un mondo diverso e più giusto, ma anche uno spazio pubblico vivo, attraversabile da tutti e in cui la musica, il teatro, l'arte, la scrittura, gli incontri e i dibattiti sono l'occasione per ridurre le distanze di punti di vista, di età, di approccio che spesso rendono complesso il vivere insieme, in comune.
Lo Sherwood Festival nell'ultimo anno non si è concluso con la chiusura dei cancelli del Parcheggio dello Stadio Euganeo ma è continuato con la proposta di eventi musicali dal vivo grazie alla collaborazione con il Centro Sociale Rivolta P.V.C. di Marghera.
 
Siamo anche Sherwood Open Live, un progetto aperto a tutte le forme di espressione artistiche, dalla musica all'arte che promuove ciò che si muove in questo territorio a partire dai luoghi che più di altri esprimono la voglia dei giovani di autogestire in maniera indipendente degli spazi, i centri sociali.
Continueremo ad essere una radio, in web, anche in streaming video, un potente strumento di comunicazione che abbiamo iniziato a sperimentare a partire dall'edizione 2010 del Festival e che abbiamo sfruttato per proporvi i live e gli incontri che proponiamo negli spazi sociali.
La scelta quindi di investire risorse dal dispositivo radio FM verso la comunicazione online globale, non è semplicemente legata alla tendenza del momento.
Le potenzialità che oggi ci offre la rete e lo sviluppo sempre più veloce delle nuove tecnologie, che sta tutto dentro al mondo che viviamo fin a cambiare le nostre stesse abitudini, ci permette di lavorare su un progetto che non ha limiti, se non i nostri.
Il nuovo sito si articola in tre sezioni principali: "Live", una bacheca degli eventi musicali e culturali che promuoviamo, "Festival" con tutte le informazioni riguardanti l'edizione in corso della nostra kermesse e "Webzine" che si propone come una vera e propria rivista online, uno spazio dedicato alla produzione indipendente a 360° con recensioni, approfondimenti e interviste su musica, arte, letteratura, fumetti...
La multimedialità è al centro del nostro progetto.
Sarebbe sbagliato leggere come un “abbandono” di qualcosa, la dismissione di frequenze in etere, il passaggio che abbiamo deciso di compiere per rendere possibile lo sviluppo del web: non si abbandona nulla, se non la pigrizia che a volte rischia di assalire chiunque possa vantare una storia di 40 anni!
La sperimentazione della piattaforma multimediale ci consente oggi una nuova nascita.
Lo spirito invece è esattamente quello per cui, tanto tempo fa, a qualcuno venne in mente di accendere un trasmettitore e di mettersi a parlare dentro un microfono mentre la vita esplodeva sulle strade.

Contatti

festival@sherwood.it

2445150 foto scattate

16199297 messaggi scambiati

1041 utenti online

1658 visitatori online