Intervista a Cristina Vaira, autrice dell’opera “La Legge dell’Amore”.

Intervista a Cristina Vaira, autrice dell’opera “La Legge dell’Amore”.

Cristina Vaira (Milano, 1984) è una cantante, cantautrice e produttrice musicale premiata a livello internazionale. Si è trasferita a Boston, USA, dopo aver vinto una borsa di studio per conseguire una laurea in “Songwriting” al Berklee College of Music, la più famosa scuola di musica leggera al mondo. L'artista è voce e co-cantautrice del duo Jandro & Cristina, formato con suo marito, il noto artista messicano Jandro Cisneros, produttore musicale e video, multistrumentista e Professore al Berklee College of Music. Insieme hanno fondato la casa editrice Jandro & Cristina Publishing.
 
«Ci presenti la tua nuova opera “La Legge dell'Amore”?»
“La Legge dell'Amore” non è solo il mio libro d'esordio, ma è la mia missione come artista, racchiude tutto il messaggio che desidero portare ai miei lettori. Trovo che in realtà questo messaggio di amore abbia una certa urgenza oggigiorno, immagina un mondo guidato interamente dalla legge della paura, dell'odio, del rancore, e dell'invidia. Attraverso il libro volevo parlare dell'emozioni, del loro importante e precario equilibrio, e come il prevalere delle emozioni negative possa portare a una malattia non solo mentale ma anche fisica, come avviene nella storia. Allo stesso tempo, volevo riflettere i cambiamenti psicologici e spirituali che stavano avvenendo nella mia vita attraverso le vicende della protagonista, Stella Alma, e una storia magica, creativa e fantastica, che avrebbe portato anche il lettore a compiere un viaggio di trasformazione interiore.  Stella Alma è la Direttrice della Grande Biblioteca, il cuore del Sistema, meglio conosciuto come il corpo umano. All'interno, centinaia di libri si muovono tra uno scaffale e l'altro fuggendo a ogni legge gravitazionale, ma seguendo rigorosamente la legge che governa tutto il Sistema, la Legge dell'Amore. Ogni libro rappresenta un'emozione o un sentimento, e le copertine hanno un colore diverso a seconda di ciò che manifestano. A causa della costante mutabilità delle emozioni e dei sentimenti provati dal Sistema, però, il moto dei libri necessita di essere regolato: è Stella a occuparsi di gestire quella vivace e disordinata esplosione di colori, con una bacchetta ereditata dal padre, che utilizzava come un direttore d'orchestra. L'armonia è però rotta da un evento che provoca un profondo e incessante dolore in Stella: le emozioni negative prendono il sopravvento e alla protagonista non resta che partire per un viaggio verso luoghi mai esplorati, alla ricerca del celeberrimo Capitan Coscienza e di una cura per la malattia che ha colpito non solo la Grande Biblioteca ma anche l'intero Sistema, che ha perso la sua integrità e le connessioni tra le sue parti. Sarà un'avventura straordinaria che la condurrà a una difficile ma liberatoria consapevolezza, e che le farà raggiungere quella pace necessaria per accettare il passato, e godere pienamente del momento presente.
 
«Colpisce subito nel tuo libro l'ambientazione originale in cui si svolge l'avventura della protagonista dell'opera, Stella Alma. Com'è nata l'idea di un tale contesto, e da cosa sei stata ispirata?»
L'idea dell'ambientazione è nata dai miei cambiamenti personali compiuti negli ultimi undici anni, durante la mia “nuova” vita negli Stati Uniti, e da molteplici letture, molte consigliate da mio marito, come “Un Corso in Miracoli”, di Helen Schucman, “Il Potere di Adesso” di Eckhart Tolle, “The Secret” di Rhonda Byrne, e molti altri. Avendo scoperto del potere che la mente esercita sul corpo e che l'indugiare nelle emozioni e pensieri negativi possa addirittura indurre alla malattia, provavo ad immaginare come sarebbe stato trovarsi dentro un corpo dominato dall'odio e dalla paura; mi chiedevo cosa sarebbe successo agli organi, alla circolazione del sangue, alla respirazione. Ricordandomi di un interessantissimo cartone animato che guardavo da piccola chiamato “Esplorando il Corpo Umano”, ho cominciato ad immaginare personaggi, luoghi, situazioni fantastiche dove sviluppare una storia del tutto inusuale e magica. L'intero racconto però è stato una sorta di rivelazione divina, durata circa sette anni, ma frutto di un'evoluzione spirituale iniziata nel 2012 con mio marito, il noto artista messicano Jandro Cisneros, il quale mi ha riportata alla fede, e a scoprire la mia missione di artista: creare contenuti che possano ispirare e motivare il mio pubblico a compiere cambiamenti positivi.
 
 
«La storia che narri nel tuo libro è simbolica e poetica, ed è molto interessante utilizzare una vicenda di finzione per parlare di un argomento delicato: le gravi conseguenze della disarmonia tra corpo, mente e spirito. Quali sono i messaggi che hai voluto veicolare attraverso la tua opera?»
“La Legge dell'Amore” contiene moltissimi messaggi e insegnamenti, ma quello principale è il perdono, non solo quello verso gli altri, ma anche quello verso sé stessi, perché in realtà è la stessa cosa. Se non ci sappiamo amare e accettare per quello che siamo e che abbiamo fatto è impossibile amare e accettare il prossimo per ciò che è.
«Il Perdono è donare a qualcun altro la libertà dai suoi errori, e, nel preciso istante in cui smetti di vedere l'altro colpevole, liberi anche te stesso dalle colpe, dall'odio, dal risentimento e dalla rabbia; per questo diventa un doppio regalo. Il Perdono è la chiave che apre il cuore di qualcun altro e, nel momento in cui viene donata, quella stessa chiave aprirà anche il tuo cuore». Questo è il messaggio che il padre della protagonista, il Direttore Riccardo Alma, ci ricorda, mentre spiega a sua figlia cos'è il perdono. A questo messaggio si unisce quello dell'imparare a vivere nel presente e capire che il passato è finito, e che quando passa si porta via le sue vicende, i suoi errori e talvolta anche le persone, ma indugiarvi non porta a nulla di buono, se non a vivere nei ricordi e perdersi la bellezza di ogni dono del presente.  Un altro importante messaggio è lo sviluppo della consapevolezza delle nostre emozioni, e del loro controllo. Questo tema, studiatissimo negli ultimi 20 anni, specialmente dallo psicologo e giornalista Daniel Goleman, autore del New York Times best-seller “Emotional Intelligence”, viene chiamato intelligenza emozionale, e insegna come essere in controllo delle nostre emozioni, invece di lasciare che siano loro a controllare noi.  Un altro tema importante è quello della famiglia, e in particolare del rapporto tra la protagonista e suo padre, il quale rappresenta l'ideale di figura paterna e amorevole. Potrei dirti di più a riguardo, ma non voglio rovinare la sorpresa ai lettori.
 
 
«Che cos'è per te la “Legge dell'amore”, e come possiamo imparare a seguirla?»
 
La Legge dell'Amore è la forza che tiene insieme questo mondo e l'intero universo. È la forza più potente che esiste, ed è anche la più gentile. Io la chiamo Dio, ma si può chiamare amore, natura, universo, Buddha, Gesù, non fa nessuna differenza, anche un ateo può riconoscere che esiste una forza che va ben oltre la nostra piccola esistenza, una forza che ci tiene tutti connessi, che crea, che ama, che salva, che fa miracoli inspiegabili, ma veri. Imparare a seguire questa legge non è facile perché tutto in questo mondo pieno di distrazioni, pericoli, guerre, catastrofi, e violenza, ci porta lontano da questa legge. Pertanto, seguirla è una scelta consapevole che richiede sforzo e pratica. Non è difficile capire come funziona, la stai seguendo se stai provando amore, gioia, felicità, entusiasmo, semplice. Non la stai seguendo se sei pieno di odio, rancore, rabbia, paura, invidia, giudizio verso gli altri, e così via. Si basa su una regola fisica che trova le sue radici nel principio di azione e reazione delle leggi della dinamica di Isaac Newton: riceviamo quello che diamo. Se vuoi ricevere una vita piena di gioia e prosperità da condividere con persone che ti amano, il migliore modo per ottenerla è sentire amore e donare ciò che vuoi. Sebbene sembri facile, in realtà la maggior parte delle persone nel mondo non sono consapevoli di vivere quasi tutta la loro vita provando emozioni negative e creando (inconsapevolmente) un mondo che non è ciò che in realtà desiderano. L'amore, la gioia e la felicità si possono però coltivare giorno per giorno, momento per momento. Un esercizio che per esempio faccio ogni mattina con mio figlio quando lo accompagno a scuola è dire ad alta voce ogni cosa positiva che ci passa per la mente o che sta succedendo mentre camminiamo, poi continuare con una lista di cose per cui siamo grati e infine nominare le nostre intenzioni per la giornata. Ho imparato questa strategia dal libro “The Happiness Advantage” di Shawn Achor, Professore e psicologo all'università di Harvard, per praticare quotidianamente un modo di pensare positivo, ottimista e propenso all'amore e felicità.
 
«Con tuo marito Jandro Cisneros avete fondato la Jandro & Cristina Publishing. Quali sono gli scopi che vi prefiggete con questa giovane realtà editoriale?»
Jandro & Cristina Publishing è stata creata con lo scopo di pubblicare tutti i libri che scriveremo, seguendo la nostra missione di creare contenuti per il miglioramento dell'umanità. Non sappiamo ancora se pubblicheremo in futuro anche altri autori che si allineano al nostro messaggio, ma sicuramente siamo aperti a diverse possibilità.
 
«Tu nasci come musicista prima che come scrittrice. Oltre al progetto della casa editrice, tu e Jandro avete anche un gruppo musicale chiamato Jandro & Cristina. So che avete avuto molto successo con il brano “Libertà, Libertad!”, presentato dalle Nazioni Unite al Global Voices Film Festival 2021. Quali sono i vostri prossimi progetti in ambito musicale? Potremo ascoltarvi live anche in Italia?»
Jandro ed io abbiamo diverse canzoni in fase di produzione, le scriviamo e componiamo insieme, e lui poi si occupa della produzione, ovvero registrare ogni strumento, editarlo e mixare il tutto. Jandro è una sorta di “one man orchestra”, come direbbero qui negli Stati Uniti! La prossima estate 2023 uscirà il nostro EP che presenteremo in Italia con concerti live, a cui sarete certamente invitati, così da poter continuare a seguire la nostra storia! Vi aggiornerò con le date e luoghi.
 
«Cosa significa per te scrivere e raccontare storie, sia dal punto di vista musicale che letterario
Scrivere e raccontare, col la voce o con la penna, per me significa quattro cose principalmente: creare, educare, ispirare e far sognare. Quando scrivo in realtà trascrivo messaggi che vengono da una fonte molto più grande di me, e allora io divento strumento del messaggio stesso. I messaggi passano attraverso di me per essere elaborati in una forma d'arte unica attraverso il mio modo di scrivere, creare, e raccontare, sia musicale e che letterario, e la mia missione è diffonderli.
 
 
Contatti
www.jandroandcristina.com
www.cristinavaira.com
https://www.instagram.com/cristina.vaira.official/?hl=en
https://www.facebook.com/cristinavaira
https://www.youtube.com/user/cristinavaira
 
Booktrailer
https://www.youtube.com/watch?v=dIr_87drqas

corpo umano, cristina vaira, diffondi libro, libri da leggere, libri fantasy, scrittrice

Articoli correlati

Interviste

Intervista a Sara Zaccaria della Hogrefe Editore in merito al saggio “Homo prospectus. Verso una nuova antropologia”

09/11/2022 | Bookpress

E se ciò che caratterizza in modo specifico l'homo sapiens fosse la capacità di orientare le proprie azioni immaginando varie possibilità che si articolano nel futuro ...

Interviste

Intervista a J.C. Casalini, autore del romanzo distopico “HYPNOS”.

27/10/2022 | Bookpress

Jean christophe casalini (milano, 1962) è un artista poliedrico: è stato co-sceneggiatore, grafico, scenografo, attore, regista, musicista e produttore musicale fino al...

Interviste

Intervista a Don Francesco Cristofaro, il sacerdote con più di 200000 followers

12/10/2022 | Bookpress

Don francesco cristofaro (catanzaro, 1979) è parroco nella parrocchia “santa maria assunta” in simeri crichied è anche un conduttore televisivo e radiofonico. Condu...

424522 utenti registrati

17040369 messaggi scambiati

15571 utenti online

24804 visitatori online